Home > Mission
beautiful-things

 Vivere una vita improntata all’espressione di sé richiede coraggio.”

“Amare profondamente, accettare di odiare senza che questo distrugga il nostro equilibrio, esprimere rabbia, quando è genuina, innalzarsi alle vette della gioia e conoscere le profondità del dolore, osare spingersi oltre, nonostante il senso di solitudine, scoprire nobili idee e tradurle in azione: in breve, vivere le infinite spinte istintuali che insorgono come una grandiosa sfida interna, richiede coraggio (… ) Sì, il pozzo artesiano all’interno dell’individuo non deve inaridirsi; la corrente della vita, con tutti gli impulsi istintuali e la gamma delle emozioni, deve fluire liberamente.” -Rollo May-

Questa citazione di Rollo May, padre della psicologia esistenzialista americana, racchiude un po’ il cuore del ‘mio sentire’ in relazione al tema della personalità e del potenziale umano. Troppo spesso le esperienze della vita e le aspettative del mondo esterno ci hanno portato a reprimere, negare una parte profonda di noi: i sentimenti e le emozioni.

La nostra parte logico-razionale del pensiero ha sempre fatto da giudice inattaccabile, da comandante della nave, unico riferimento per imboccare la rotta della nostra vita. Ma noi non siamo solo il nostro pensiero, siamo molto di più: nel nostro ‘pozzo artesiano’ abitano sentimenti, stati d’animo, sensazioni, emozioni che vogliono trovare una via d’uscita per poter esprimersi ed integrarsi con tutte le nostre parti.

La vita quindi va orientata a livelli ben più profondi che non semplicemente a quelli dettati dalla logica. Iniziamo ad assumerci la responsabilità di poter vivere la nostra vita come desideriamo e pensare in maniera creativa il nostro futuro.

Tutti i contenuti di questa pagina sono stati concepiti, elaborati e scritti 
dall'autrice, ne è vietato l'utilizzo degli stessi.